Ultima modifica: 23 Maggio 2019
Home > Progetto Pedibus

Progetto Pedibus

Piccoli passi per un comportamento sostenibile!

 

Nel mese di Settembre dell’anno scolastico 2016/17, il sindaco di Bisuschio Giovanni Resteghini, il consigliere delegato al bilancio Claudio Vincenzi e l’assessore all’istruzione Paola Rinaldi, avevano incontrato a scuola i giovanissimi del Consiglio Comunale dei Ragazzi per presentare il Progetto Pedibus con l’intento di farlo sostenere e di farlo promuovere ai loro compagni nelle scuole di Bisuschio, considerato che le scuole vengono prese d’assalto dalle automobili che congestionano l’intera zona di traffico.

 

In uno degli incontri avvenuti tra il Comune e le Scuole di Bisuschio, l’Assessore Paola Rinaldi  aveva  spiegato, a suo tempo, agli studenti che il Comune aveva abolito il servizio scuolabus, perché troppo costoso e utilizzato da pochi ragazzi. Questa è stata l’occasione per ripensare il progetto Pedibus che era stato accantonato, ma che l’Amministrazione Comunale aveva ritenuto  valido sotto tanti punti di vista, da quello ambientale e della sicurezza stradale, a quello della salute e della socializzazione (farsi nuovi amici ed arrivare di buon umore e pimpanti all’inizio delle lezioni). 

Il Pedibus è, infatti, anche un’iniziativa per promuovere la salute e la sicurezza dei bambini/ragazzi; è un Progetto di mobilità sostenibile a disposizione delle Famiglie e dell’intera Comunità.

 

L’assessore ha spiegato, inoltre, che cos’è un pedibus cioè “un autobus umano, composto da una carovana di bambini che vanno a piedi e funziona come un vero autobus, con capolinea, fermate, orari e un suo itinerario prestabilito. Consentirà ai bambini di andare a scuola autonomamente, in gruppo, accompagnati da adulti volontari, con un “autista” davanti e un “controllore” che chiude la fila, per garantire sicurezza negli attraversamenti, seguendo un percorso che  partendo dal capolinea,  raccoglie via via gli altri passeggeri alle fermate predisposte lungo il tragitto”.

 

Le “linee” previste per il momento sono due:

  • la prima, con partenza dal piazzale 2 Giugno,
  • e la seconda con partenza dal parcheggio del Municipio.

Entrambe  prevedono  un tragitto della durata di circa 7 minuti. In previsione anche una terza linea che dovrebbe servire la zona sud del paese, ma che richiede alcuni interventi sulla viabilità che verranno affrontati più avanti.

Il servizio Pedibus interessa solo gli orari di entrata, che coincidono per primaria e secondaria. Il Pedibus è un  servizio a costo praticamente zero, e questo grazie ai volontari che vengono individuati tra associazioni del paese e genitori.

Il Piedibus viaggia col sole e con la pioggia, col vento e con la neve, e ciascuno indossa un gilet rifrangente offerto dal Comune sia ai bambini sia ai Volontari che si prodigano per la buona riuscita di questa valida iniziativa.

Viene sospeso solo nel caso in cui l’attività scolastica non è garantita (ad esempio scioperi). Lungo il percorso i bambini chiacchierano con i loro amici, imparano cose utili sulla sicurezza stradale e si guadagnano un po’ di indipendenza. 

È il modo più sicuro, ecologico e divertente per andare a scuola. S’impara l’educazione stradale sul campo e si diventa pedoni consapevoli.

Incontro  avvenuto a scuola anche con Mauro Comolli,  comandante della Polizia Locale e l’assessore all’Istruzione Paola Rinaldi.

 

Si ricorda che per l’arruolamento dei nuovi “accompagnatori volontari”, occorre rivolgersi al Comune di Bisuschio dove chi è interessato potrà dare la sua adesione, ritirando personalmente il “Modello di Iscrizione” da compilare o scaricandolo dal Sito del Comune al seguente link: 

http://www.comune.bisuschio.va.it/dettagli.aspx?c=1&sc=4&id=180&tbl=news

 




Link vai su Top